apr 21

PAGELLONE Torneo Cadro 2017

Important!

Albi: due settimane prima del Torneo, camminava a stento, che pure il Dottor House lo avrebbe deriso ma dopo aver villantato una fantomatica operazione a cuore aperto, si presenta per incanto a Cadro con la maglia dei più quotati Arosio Capitals (facendo impallidire pure quelli che frodano l’AI), scatenando le ire del suo compagno di giochi Bini. Per la prima volta in una storia di tradimento e doppio gioco (nemmeno James Bond ha mai osato tanto nei suoi film) vi è il lieto fine e quindi l’Iscariota del Malcantone può fregiarsi del Titolo di Campione, ma non prima di aver firmato il contratto per girare i Mercenari 4 !! Speriamo almeno che le trenta monete vengano investite alla Buvette di Paradiso nel tentativo di ripagarci il torto subito! Voto: 3 – GIUDA!

Warning!

Milo: Si presenta più spaesato di Luxuria e Platinette dopo una festa per soli etero ma appena indossa i pattini si dimostra il solito furetto, anche se Cadro non gli si addice più di tanto. La giornata di sabato lo consacra a Timo Helbling del Torneo, quando rifila a tradimento da dietro un gancio in piena nuca al giocatore del Bonfol, colpevole di aver scatenato la bagarre generale che ha coinvolto un po’ tutti (e fin qui nulla di male, se non fosse che la rissa era già finita da 5 minuti e glia arbitri stavano già facendo il computo delle penalità da infliggere)!! Per lui la manifestazione si chiude con 0 punti all’attivo, un rosso, due grazie presidenziali e ben 29 minuti di penalità.. Solo il nostra caro amico Neno Della Santa sarebbe riuscito a fare peggio!! Voto: 4.5 – V (per vendetta).

Important!

Igor: Dopo l’ottimo debutto nell’annata 2016, il nostro Linus conferma anche a Cadro le buone sensazioni, disputando davvero un bel Torneo. Prova però alcune leziosità di troppo, lasciando troppo spesso i compagni a pattinare per lui e fino a qua nulla di nuovo, se non fosse che non di rado quello chiamato al sacrificio estremo è stato il sottoscritto, costretto così a finire le ostilità in una camera iperbalica).
Degna di nota la rete da vero sniper rifilata a Camilla, oltre alla solita finta, che per una volta però va a vuoto. A suo malgrado da inizio ad una spettacolare rissa generale (quando viene caricato in modo criminale da un giocatore del Bonfol) nella quale si dimostra temerario quanto Hallo Spank al Kindergarten di Rapperswil, ma allo stesso tempo molto abile a nascondere la mano dopo aver lanciato il sasso. Voto 5.0 – Dynamo (Magie impossibili).

Warning!

Catta: A sentire lui, rinuncerebbe pure alla Serie B per poter giocare coi Devil e venderebbe anche la sua collezione di Pokemon mal evoluti  per essere sempre presente, eppure senza dire un cazzo a nessuno, bigia grossolanamente la manifestazione di Cadro, come nemmeno un alunno di seconda media farebbe per saltare un blitz di tedesco. Voto 2.0 – Ingiustificato!

Important!

Uichi: Si presenta in quel di Cadro con il suo caschetto nuovo fiammante da playmobil e col sorriso da abete stampato sulle labbra per aver umiliato pubblicamente il sottoscritto (obbiettivamente me la sono cercata con la storia di Lupin che mi ha rubato il bastone dalla macchina). Finito il momento di grande giubilo, scende in pista e subito rimarca un’innata dote nel trovarsi sempre al posto sbagliato, al momento sbagliato! Si danna l’anima eppure conclude in porta con la frequenza del peggior Tony Martensson, quando non decide di cementarsi dentro l’area del portiere. Visto il notevole sforzo profuso, al sabato si appisola al sole come una lucertola asmatica, incantando la platea con una russata melodica degna di uno sfasciacarrozze.  Rinviene quando è chiamato a fare l’unica cosa che è capace a fare: tafferugli! Subentra a bagarre già iniziata e per non sapere né leggere né scrivere, si accanisce a mani nude contro il primo che trova, al quale demolisce due reni ma non prima di aver “involontariamente” colpito anche un arbitro. Alla fine mette a referto il solito bottino di 0 punti (non quelli di sutura però)! Insieme a Cento, Lisca e Foglie da però il meglio di sé alla sera, quando per acclamazione riesce a chiudere anche il Pub! Voto 5 – Adamantio!

Warning!

Bini: Nemmeno il tempo di iniziare il suo Torneo che dovrebbe già finire a Guantanamo per una carica alla balaustra che manco Scherwey si sarebbe sognato di fare. Viene graziato ed a modo suo lascia il segno con la rete che piega il Ginevra e che permette ai Diavoli di approdare insperatamente alla semifinale. Inspiegabilmente il disastro esplode in sua assenza e certamente è stato solo un bene che il giocatore più anti sportivo (ESCALIBUR) dei Devil non abbia preso parte al reciproco scambio di cortesie col Bonfol.
Smigol avrà pure il suo carattere fiabesco ma alla fine riesce sempre a ritrovare il suo anello! Voto 5.0 – Indispensabile

Important!

Foglie (Lo): Chiamato a riscattarsi da un disastroso Torneo di Capolago, il “muro di foglie” inizia più che discretamente, svenendo solo su uno dei tre gol che bastano ai Tigers per piagarci nella prima partita, sfoderando però un big-save plastico alla Hasek. Sulle ali dell’euforia commette il tremendo errore di finire per bettole con dei personaggi in assetto da combattimento come Cento, Uichi ed il sottoscritto, che di tutta risposta lo spediscono al campo santo nel breve volgere di due ore. Per lui la serata di venerdì si conclude con la testa nel secchiello del mio moccio ma non prima di essere stato deriso anche dai due mici di casa. Quando pensavamo di aver visto tutto, ecco però che il muro di foglie si trasforma in un muro di cemento armato, lasciando sbigottita tutta Cadro, trascinando così i Diavoli alla vittoria contro il Bonfol, siglando un epico quanto  imprevedibile shotout (come direbbe Marco Baron: WOOOOW)! Peccato che ogni bella fiaba prima o poi finisce, difatti, insieme a tutta la squadra, nella finalina 3°-4° posto il muro di cemento si sgretola come un grissino conficcato nel RioMare, facendosi infilare per ben DIECI volte !! Alla fine, gira e rigira più che foglie resta carta velina! Voto 5.5 – RIZZLA!

Warning!

Cento: Preannunciato come la bomba del mercato invernale, l’acquisto del secolo che nemmeno il Galliani dei tempi d’oro sarebbe riuscito a concludere, la grande novità in casa Devil di Cadro 2017! Il gigante buono ringrazia a modo suo, non tradendo le immense attese nei suoi confronti, dimostrandosi una persona ed un giocatore eccezionali, portando di peso la retroguardia dei Diavoli e fungendo da mentore per i due giovinastri.  Non contento, fa “squirtare” anche una giovane di 64 anni con i suoi racconti al limite del porno occulto (non chiamatelo per ridipingere i muri di casa, FIDATEVI)! Dopo aver quindi rischiato l’annegamento, se questo non bastasse, insieme ai compagni di merende già citati più volte, demolisce Foglie, chiude il Pub e per non farsi mancare nulla, chiude con stile anche il Temus, dove ha tentato di molestare sessualmente anche il buttafuori. Speriamo vivamente di rivedere “la tovaglietta” indossare nuovamente la nostra maglia infernale! Voto 6.0 – TIRABUSCION!

Important!

Schumi: Dopo essersi preso un anno sabbatico nel quale ha fatto perdere le sue tracce, il portierone ritorna a calcare la pista di un Torneo e lo fa alla grande, infilando al primo tentativo uno shotout meritatissimo quanto decisivo, regalando di fatto la semifinale ai Diavoli. Come Foglie però, ha il demerito di smarrirsi sul più bello, regalando come fossimo a Natale l’accesso alla finale ai Rangers. La strada intrapresa è comunque quella giusta ed alla luce dei fatti, il gatto di marmo si conferma bandiera di questo Team, ed a Paradiso siamo convinti di rivederlo agli antichi splendori di un nefasto passato! Voto 4.5 – SCOMPENSATO!

Warning!

Podo: Il giovane Hannibal Lecter è fin da subito uno dei più attivi e propensi al gioco fisico, oltre a divorarsi una quantità di palline che pure Homer Simpson farebbe fatica a digerire. L’embolo tiene fino alla partita contro il Bonfol, quando subisce una brutta carica che gli fa esplodere lo shining. Di naturale conseguenza passerà la sua partita a distribuire colpi al limite del codice penale, facendo impallidire pure il fabbro di Paese. Dopo aver tentato si sedare la bagarre a modo suo (è riuscito a far prendere 2 + 2 pure alla tipa del cronometro), mette a referto due gol, risultando il miglior realizzatore dei Diavoli. Fra un gol e l’altro, non disdegna qualche passeggiata su Pandora e dissetarsi insieme ai “Gemelli del Gol”, assidui frequentatori della Buvette dei superalcoolici. VOTO 5.2 – RED DRAGON!

Important!

Lisca: Non fa a tempo nemmeno a scendere dalla macchina che già tutta Cadro lo deride a causa di un fantomatico furto di bastone. Superato lo shock iniziale, si fa subito riconoscere in Buvette, dove non trova il suo indispensabile carosene , scatenando attimi di tensione, subito sedati dalla promessa della Presidentessa di far trovare all’Hobbit malcantonese la sua havana nella giornata di sabato. Sistemate le pendenze logistiche, sfodera una prestazione tutta cuore e grinta, pattinando per tre e lasciando per questo basito il pubblico presente. Per premiare i suoi sforzi, organizza un briefing al Pub, dove insieme ai soliti noti si beve anche il dart con tutte le freccette annesse. Chiude la prima serata facendo da genitore ad un moribondo Foglie. La giornata di sabato inizia con la consueta colazione dei Campioni (birra e Pampero) che daranno i propri frutti a tre minuti dal termine della partita col Bonfol, quando il Capitano dei Diavoli, dall’alto del suo imponente fisico, decide di rendere giustizia al suo compagno Linus, andando a rifilare un cross check in faccia al più grosso degli avversari, che si era reso protagonista di una brutta carica alla testa di Igor. In men che non si dica il colosso dei Devil finisce a terra sotto i colpi di un indemoniato cugino di Rocky Balboa, che non soddisfatto infierisce sul malcapitato numero 55, che a sua volta riesce solamente a rifilare un pugno all’arbitro. Ne nasce così una rissa generale dove tutti sistemano i conti lasciati in sospeso in precedenza. La contesa si chiuderà con ben 100 minuti di penalità distribuiti equamente fra Devil e Bonfol.  Tornata la calma, decide che è giunto il momento di prosciugare le riserve di havana del luganese, ma non prima di aver giocato altre due partite tutto sudore e sacrificio, ed aver messo a referto gli ormai immancabili 0 punti !! Chiude la due giorni di Cadro in stato di morte apparente al Pub Zucchero di Magliaso, dove ha provato a limonarsi anche uno sgabello! Voto 5.5 – MAXIM !!

mar 30

Prossimo torneo….

TORNEO  OLD&STAR  by Novaggio Twins
dal 10 al 11 Giugno 2016

scarica programma partite
scarica regolamento

 

PROGRAMMA PARTITE DEI DEVILS:

Venerdì 10 giugno 2016
21:45 Devil Team vs Magliasina Team
23:15 Quad All Star vs Devil Team

Sabato 11 giugno 2016
12:30 Devil Team vs Original Twins

mar 30

PAGELLONE Torneo Paradiso 2016

Important!

IMG_5458Mitch: Passa il suo Torneo nascosto nell’ombra come il perfido Cattivik, ma non appena viene organizzato uno scherzo ad un compagno, infido e bastardo come un brufolo sul culo, è il primo a suonare la carica, distinguendosi per iniziativa ed inventiva, degne del miglior Diabolik! Quando si ricorda di avere quasi 50 anni, ritorna nell’anonimato, ma non prima di essersi sfondato di clave con il compagno di giochi Leidi! Non osiamo immaginare quanto i due saranno intrattabili quando entreranno nella pubertà! Nel tempo libero si diletta a giocare al pallone con gli amici ma nessuno ha avuto il coraggio di far notare al nostro Ferrario che probabilmente lui non giocherebbe neppure nella bizona di Oronzo Canà! In pista resta comunque un elemento di assoluto valore (nonostante un fisico non propriamente asciutto ed una peluria che farebbe impallidire anche il cugino It della Famiglia Addams passato a comprare un tappeto dal Karoubian), ed i punti messi a referto ne sono la dimostrazione! VOTO 5- || CHEWBECCA!

Important!

Dade: Ha la fortuna (e solo questo basterebbe per destar scalpore) di non dover pensare a nulla dato che l’incombenza di gestire ed organizzare il gruppo di 15 bambini autistici l’ha presa a carico il sottoscritto. Lui, dall’alto della sua innata simpatia, ringrazia non perdendo mai l’occasione per schernirmi e deridermi, per poi essere uno dei fautori dell’assalto che porterà al mio sequestro di persona! Resta ad ogni modo uno dei difensori più solidi del Torneo, anche se non riuscirebbe più a segnare nemmeno in un porta da calcio (e detto da me è quasi un insulto). A causa di un piede in putrefazione, è costretto a saltare alcune partite ma i più informati hanno malignamente constatato come il nostro Capitano soffra di improbabili quanto improvvisi acciacchi proprio poco prima delle partite da disputare al mattino presto; l’allievo sta superando in questo il maestro Napov! Riesce anche nell’impresa di chiamare un time out (in modo da organizzare le due “powerline” in semifinale) e di far però decidere la composizione di quest’ultime ad un Igor ormai in balia di manie di protagonismo e ad un Napov che lamentava allucinazioni mistico/religiose; qualcosa INSPIEGABILMENTE non ha funzionato a dovere dato che in pista subito dopo sono entrati UICHI e CONCONI! Chiude il Torneo con 0 punti all’attivo; solo le bariste hanno fatto peggio di lui! VOTO 5- || DEFRAUDATO!

Important!

Lore: La giovane promessa dei Devil non tarda a confermare quanto di buono mostrato a Cadro; difatti già dopo la PRIMA partita, viene immediatamente ribattezzato “MURO DI FOGLIE”. Il rampollo si sente ferito nella diuresi e passerà il suo Torneo pellegrinando fra la pista ed il Mc Donald’s. Il talento è inversamente proporzionato alla sua fame, la quale destabilizzerebbe anche un Gremlin gravido di quattro gemelli. In uno dei rari momenti dove non mette a dura prova il suo esofago, viene spalmato contro il muro da un arrogantissimo Uichi, il quale per un soffio non riesce così a realizzare la prima fotosintesi umana. Il cucciolo reagisce però nella finalina che vale il terzo posto, sfoderando una prova che ai presenti ha ricordato le gesta di uno sbronzo Pauli Jaks, rivelandosi così decisivo nella vittoria finale! Il sentiero intravisto è quello giusto, ora bisogna solo svegliarsi, alzarsi ed iniziare a camminare, sperando di non incrociare un altro Mc Donald’s!
VOTO 4.5 || EREDE!

Important!

IMG_5499Albi: Nonostante passi gran parte del Torneo nell’anonimato (quasi a voler fare il verso a Micth), quando non si perde nei meandri di Narnia, si conferma uno dei pezzi più pregiati dell’intera rosa, forse secondo solamente al compagno di escursioni Sundermann. Inizia il Torneo raccogliendo una quantità industriale di punti ma col passare dei giorni, forse a causa di un livello di THC difficilmente calcolabile anche dalla NASA, cala alla distanza, terminando la manifestazione in linea con l’abulico Lischetti, il quale riuscirà per la disperazione a far cambiare squadra al compagno.
Resta comunque uno dei maggiori fornitori di Herbalife, anche se fin troppo spesso ha delegato l’organizzazione delle spedizioni su Pandora ai compagni. VOTO 5+ || FURETTO!

Important!

Uichi: Sul gemello arrogante si potrebbero scrivere tre enciclopedie ma per venire incontro alle vostre esigenze intellettuali, cercherò di essere il più sintetico possibile! Inizia il Torneo in sordina, trovando unicamente qualche bello scambio con il gemello che fruttano però unicamente un quasi gol in avvitamento carpiato e poco più. Col passare delle partite prende sempre più fiducia nei propri mezzi ma questo lo porterà a commettere numerosi eccessi di esuberanza, che causeranno una minaccia di allontanamento dal Torneo da parte di uno dei direttori di gara. Tocca apici inimmaginabili nella partita contro i Fucktory, nella quale riesce nell’impresa titanica di far arrabbiare sul serio l’uomo immagine del Torneo Mosé, quando il Todd Elik dei Devil si macchia del più vile dei gesti, colpendo alle spalle ed in velocità un Mosé in formato Hallo Spank che non si era accorto di lui, facendolo così collassare al suolo nello stupore generale e nell’allarmismo di tutti i sismografi presenti sul territorio. Brenno Canevascini in seguito confermerà che nella storia dello Skater, MAI nessuno aveva osato tanto! Con ormai il testosterone a livelli da film porno sadomasochista con protagonista Rocco Siffredi in overdose di viagra, decide che è giunto il momento di mettere fine ad un’astinenza durata quasi due anni e contro i cugini di Arosio mette a referto due reti, la seconda poi da vero “sniperone” educatamente arrogante! Quando viene colto da deliri di onnipotenza, si permette addirittura di tirare un rigore CONTRO IL PROPRIO PORTIERE, scatenando l’ilarità dei compagni. Il Chuck Norris di Ponte Tresa, chiude il suo torneo pasquale rifilando un destro in faccia nientepopodimeno che al “temibile” (per usare un eufemismo) Cavallo, ma non prima di aver tentato di aprire come una pesca il povero Lore e di aver intrattenuto un comizio intellettuale con Neno Della Santa. Tutto questo senza nemmeno riportare un graffio!! VOTO 6 | MAN OF STEEL!

Important!

IMG_5389Menish: Quando riesce a liberarsi dalle catene coniugali è uno dei più attivi, nonostante un invecchiamento precoce che ricorda ai più il Robin Williams nel film Jack. Dispensa perle di rara stupidità ed ignoranza (quella sul Lego verrebbe denigrata pure dai Fichi d’India) ma in pista si conferma all’altezza, ed anche se viene colto in più di un occasione da blocchi cardiorespiratori quando schierato in attacco, distribuisce una quantità di passaggi illuminanti ai compagni e mette a referto tre passaggi decisivi in 7 gare .. Non male per uno che sembra il fratello vecchio di Paul Gascognie!! Si distingue per l’accanimento con il quale sui Social tenta in tutti i modi di far passare come azione innocente il mio sequestro di persona, devastando i coglioni addirittura a Zuckerberg e facendo venire i rimorsi di coscienza pure a Totò Riina! VOTO 5.5 | GIOVANILE!

Important!

Napov: Dall’alto della sua trentennale esperienza, inizia il Torneo alla grande, dimenticando a casa i pattini .. nulla di grave; in fondo è un po’ come se la Tina Weirather dimenticasse a casa gli sci!
Rimediato al piccolo inconveniente organizzativo, esplode come un adolescente alle prese con il primo fellatio ed infila tre reti nelle prime due partite, divorandosene almeno altre tre .. Semplicemente maestoso per uno che ha dovuto illudere la sicurezza del Cigno Bianco per poter partecipare alla manifestazione di Paradiso. Sorprende l’intera platea quando si presenta il LUNEDÌ MATTINA PRESTO e con la pioggia, nonostante uno scricchiolio delle giunture che ha necessitato l’intervento del Touring Club. Comprensibilmente crolla sulla distanza ma non prima di aver sfiorato il clamoroso punto che avrebbe spedito i quotati Genial al tempo supplementare nella semifinale.. sarebbe stata davvero la ciliegina sulla torta di un Torneo vissuto da grande protagonista, oltre che da figura paterna e protettiva per tutto il Gruppo.. il Reverendo Eric Camden di Settimo Cielo sta ancora prendendo appunti! Troviamo che sia stato un delitto non attribuirli il premio come miglior OVER 60!!! VOTO 5.5 | INTRAMONTABILE!

Important!

IMG_5413Igor: Voluto fortemente dal DS Lischetti, ripaga la fiducia disputando un Torneo incredibile!
Dopo i primi attimi di smarrimento, prende sempre più fiducia, scalando la gerarchia delle linee fino ad arrivare a giostrare in prima con Albi e solo questo basterebbe per testimoniare la qualità del lavoro operaio profuso dal “calciatore”. Se ciò non bastasse, segna tre reti (la prima raccogliendo il suggerimento del sottoscritto mentre la terza sfoderando una finta che ha strappato più di un applauso ai presenti). Chiude realizzando il suo rigore contro i cugini di Arosio, scomodando addirittura la “finta J. J”, palesando una mostruosa sicurezza nei propri mezzi (limitati ma caparbiamente portati all’eccesso massimo consentito)! Mette l’accento sulla 4 giorni di Paradiso rifilando una pallonata in pieno volto allo stupido Davide Sundermann, ricevendo così una nomination al Premio Nobel per la Pace, 7 standing ovation e 92 minuti di applausi di fantozziana memoria! Si macchia però di essere uno dei più attivi durante il mio rapimento, denotando pure molta umanità nel voler “Scotchare” anche naso e bocca ad uno che farebbe fatica a respirare anche dentro un polmone d’acciaio! VOTO 6- | RIVELAZIONE!

Important!

Conco: Più polemico della Palmira con le mestruazioni e meno freddo sotto porta dell’Andreas Hänni dei “tempi d’oro”, riesce nell’ardua impresa di litigare con un arbitro che, secondo lui, non lo aveva aspettato per fare un ingaggio, prima di sbagliare qualcosa come 189 occasioni da gol, attestando la sua media realizzativa ad uno sconcertante 2 %. Ad ogni modo si conferma SNIPER di razza in buvette, dove si pavoneggia alla George Best per poi finire murato vivo al Temus, prima di raggiungere la squadra accompagnato da Cio Monti, dopo 14 minuti di sonno ed in uno stato di morte apparente. Poco male dato che si trattava della semifinale, partita non importante, nella quale è riuscito nella disperata impresa di essere più lento ed impacciato anche del sottoscritto, prima di terminare il suo Torneo al Kantonsspital di Fraunfeld! Sua madre lo ringrazia dato che per UNA VOLTA, è riuscito a portare a casa almeno il borsone (vuoto) ..VOTO 5 | DESAPARECIDOS!

Important!

IMG_5455Lisca: Prende in consegna da Dade le redini dell’esasperante Gruppo e già venerdì mattina vorrebbe tentare il suicidio assistito a Torneo non ancora iniziato! Nei primi due giorni colleziona qualche buona occasione da gol in linea con il gemello (rigorosamente sciupate), un assist e qualcosa come 6 bagarre ma nonostante ciò, la sua fedina penale resta immacolata. Attesta il suo consumo di Havana Cola a livelli galattici, venendo etichettato “quello dell’Havana” già nella mattinata di sabato, quando alle 08:50 consumava la colazione “dei campioni” con Havana e Gatorade. Oltre a questo, sarà ricordato (si fa per dire) per essersi azzuffato con Stücki e per non essere riuscito per la prima volta in “carriera” a trafiggere gli adorati Tira. Si presenta alla giornata di domenica imprecando, insultando e minacciando mezzo agglomerato di Paradiso perché non trovava più maglietta, le ciabatte ed un guantone, obbligando il piccolo Sundi ad arrampicarsi a modi Tomb Raider sul tetto dello spogliatoio nella vana ricerca del materiale scomparso, prima di accorgersi che il tutto era nella sua borsa, scatenando così l’ira funesta dei compagni. In una stato confusionale mette a referto il suo primo (ed unico gol) nella sfida contro l’amico “abbronzato” Guadagnini, superato con una impercettibile deviazione sotto porta (in realtà ringrazio Pocho di avermi tirato addosso). Nonostante ciò riesce, elargendo promesse ed ipotetici favori degne della peggior campagna elettorale della FIFA, a farsi eleggere miglior attaccante non tesserato del torneo pasquale, ma non prima di essere stato sequestrato dai compagni, legato ad una panchina ed abbandonato per interminabili minuti al centro della pista da gioco dove viene umiliato anche da una scolaresca in gita (esigo e pretendo la copertina del Torneo dell’anno prossimo eh eh)! Si congeda da Paradiso cercando di imitare Lapierre ed andando a provocare la panchina dell’Arosio che di tutta risposta (manco a dirlo) lo strappa fuori dal campo da gioco per poi malmenarlo brutalmente. Chiude il Torneo con un tentato stupro ai danni dell’addetta alla consegna dei premi, con la tradizionale pernacchia sulla banchisa di Mosé e ringraziando di cuore al microfono i Safado per aver stampato le maglie commemorative per il triplete, che probabilmente saranno indossate dai Genial il prossimo anno! VOTO 5+ | PITAGORICO!

Important!

Grillo: Il talento non è acqua e quando nelle vene ti scorre cotanta qualità cristallina, puoi permetterti di stare fermo più di un anno e fare ancora la differenza! Impossibilitato a prendere parte a tutte le partite, il funambolico Sam incanta, si diverte e fa divertire, chiudendo il Torneo con la media pazzesca di un punto e mezzo a confronto, scomodando il ricordo di Petrov, con il quale ha in comune il “possente fisico” ed una destrezza di bastone non comprensibile per noi comuni mortali. Speriamo in futuro di rivederlo più spesso indossare la maglia numero 44 dei Diavoli! VOTO 5.5 | LINUS!

Important!

Pocho: Causa una breve sospensione del Torneo quando è il primo a pagarne l’iscrizione, ricevendo un apoteosi di applausi scroscianti, nella comunque incredulità generale. Il Simon Ammann dei Devil si conferma però il più costante in pista, totalizzando 16 punti in 8 partite ma la sua gloria sia esaurisce qua dato che, nei momenti del bisogno (vedi Beer Pong) si da alla macchia peggio di Provenzano, per poi essere avvistato all’Ikea con la donna.. semplicemente sconcertante anche per uno come LUI! Tocca l’apice quando insieme al furetto Albi riesce nell’intento di far annullare ai Safado un gol regolarissimo, permettendo così ai Cinghiali di impattare la contesa con la blasonata squadra di casa (questo a testimoniare il livello eccelso della terna arbitrale, che farebbe arrossire anche la coppia Massy-Mandioni). Si fa promotore anche di qualcosa come 58 safari su Pandora, insieme ai “soliti” compagni di merende, che già tanto avevano esplorato del Pianeta dei puffi troppo cresciuti durante la scorsa edizione. Si rende protagonista di una serie infinita di scherni al fratellino minore (al quale va tutta la nostra compassione) prima di prendersi una sacrosanta pallonata in faccia che lo metterà KO per lunghi istanti di piacere collettivo (e per questo siamo tutti immensamente grati ad Igor). Viene eletto miglior difensore del Torneo ma quando uno sparisce più frequentemente di David Copperfield il riconoscimento perde molto del suo spessore. VOTO 5 | ILLUSIONISTA!

Important!

IMG_5446Nano: Riceve l’ambito premio come il ragazzino più spacca e deturpa coglioni del Centro Europa.
Stare 4 giorni in sua compagnia è come trascorrere 7 anni in Tibet con la Maionchi, la D’Urso e Gigi D’Alessio ed in effetti all’alba del terzo giorno viene crocifisso e malmenato dai compagni!
Primo di ciò però, mette in ginocchio i quotati Safado con una tripletta, per poi cadere nell’alcoolismo più sfrenato come solo Von Arx e Jenni sapevano fare ma l’indomani è costretto a pagarne dazio, presentandosi alla pista in uno stato peggiore del barbone malmenato dai Drughi nel famoso film di Stanley Kubrick. Accenna stranamente una piccola bagarre col fratello maggiore, reo di avergli rovesciato INVOLONTARIAMENTE la birra nelle braghe nuove ma puntualmente le prende e non può fare altro che ritornare a Narnia. In ogni caso è capace di strappare più risate lui che l’intero cast di Colorado messo insieme e solo questo basta per essere promosso a pieni voti! VOTO 5+ | PUCCI!

Important!

Bubino: La prima partita la vive da spettatore per poi venire schierato in attacco e trovare il gol dopo due cambi, fra lo sconcerto generale dei Gemelli della terza linea. Quando emerge da un inspiegabile FOSCHIA, sfodera una partita impressionante contro i Safado, per poi respingere una quantità industriale di tiri nella gara contro i Genial, i quali hanno assediato la sua porta per quasi tutta la semifinale, facendolo però capitolare un’unica volta ma su un tiro che probabilmente avrebbe disinnescato anche il mucchio di foglie. Resta oltre ogni ragionevole dubbio uno dei portieri più forti del circuito, oltre ad essere l’unico a presentarsi al Torneo con le clave già preparate e messe in ordine in base alla taglia, come nemmeno in un negozio di Dolce & Gabbana riuscirebbero a fare (per la cronaca le misure disponibili sono Small Kids, Medium, Large, ed Extra Large Campo Santo). VOTO 5.5 | STUPEFACENTE!

Important!

Tino: C’è più nebbia nella sua testa che a San Siro in un giorno piovoso di dicembre e questo lo porta a disputare un Torneo totalmente sotto tono, facendogli portare a casa il miserissimo bottino di due punti, davvero troppo poco per uno della sua caratura. In compenso però, dall’altro della sua spiritualità, infonde un aurea di pace e di serenità a tutto l’ambiente che nemmeno Cucciolo dei 7 nani fatto di eroina potrebbe eguagliare. Verrà ricordato per essere riuscito a rovesciarsi nella borsa nell’ordine: 8 birre, tre campari, un passeggino, i fratelli Sundermann, il vaso di Pandora e l’acqua santa dove sono stati battezzati il Principe William ed il figlio di Belen.
Non ancora soddisfatto, riesce a procurarsi una ferita lacero contusa nel tentativo di picchiare il giovane Sundi, forse la preda più abbordabile dopo Dolce Candy e Kiss Me Licia. Resta comunque una pietra miliare di questa squadra INFERNALE! VOTO 5- | SFATTO!

mar 14

Pagelle Torneo Cadro 2016

Cadro 2016PAGELLE TORNEO CADRO 2016
di Lischetti Luca

 

 

 

 

 

 

 

 

l_4x0bRiccardo Galfetti:

Con la solita arroganza e grazie a dei cuscinetti nuovi della ACME in gara uno pattina come Stephane Lambiel e va pure a colpire un palo dopo l’apparente morte celebrale del portiere. In gara due confeziona insieme al gemello forse l’azione più bella del Torneo. Al giro di boa però, qualcosa nel motore del Diavolo più polemico della Divina Commedia si inceppa e dopo una gara giocata a due velocità, lentissimo e Giroux, decide che é giunto il momento di farai giustizia da solo (dopo il TERZO GOL ANNULLATO AI DIAVOLI) e con il suo caratteristico aplomb apostrofa l’arbitro come COGLIONE e si becca 10 minuti ma non prima di averne presi altri 4 in precedenza. Si congeda devastando la panchina degli Unicorns come nemmeno una lesbica isterica avrebbe fatto e per non farsi mancare nulla insulta due spettatori, Aris ed un bambino che aveva perso i genitori. Chiude il suo Torneo con a referto 0 assist, 0 gol ma una pioggia di minuti di penalità (quest’anno è lui il bad boy dei devil)!

Voto 4.5 – Lapierroso

IMG_5299Fabio Merlo:

La prima sera prova a prendere il posto del motivatore Devincenti ma ottiene solamente di essere ignorato come una figa in un bar di froci. Prova senza successo ad improvvisarsi Maria De Felippi ma nemmeno questo gli riesce troppo bene ed allora decide di rifugiarsi nell’alcool e nella coltivazione come solo lui e Marcel Jenni riescono a fare l’indomani risente dei bagordi della sera precedente ma col passare delle ore si conferma il Devil più pericoloso al bancone insieme a Uichi e Lisca. Se la soglia dell’alcolismo viene superata anche a Cadro é soprattutto merito suo . Crolla coma la borsa greca invece, il consumo di stupefacenti che si attesta ai minimi storici come il Down Jones nei mesi scorsi

Si riprende durante la premiazione quando divora in 46 secondi mezzo chilo di salame, una borraccia ed il paragomito sinistro di Dade.

Ad ogni modo, gli antichi splendore restano lontani!

Voto 4.5 – Petaloso

IMG_5299Lorenzo Manfrini:

Sulla carta il giovane portiere, (chiamato al gravoso compito di non far rimpiangere il Nebbia Nazionale) pare all’altezza del compito ma i più si sono dovuti ricredere non appena il giovane si é presentato con la maglia color bianco sperma. L’abito non fa il monaco pensammo ma dopo 7 minuti di gara uno il giovane portiere era riuscito a prendere un gol dalla griglia ed uno dal locale dei samaritani per poi svenire su un pulsino che probabilmente avrebbe parato anche una tenda chi ben comincia é a metà dell’opera ed allora in gara due altra rete subita da Città del Capo .. Smette di bere insieme ai grandi per isolarsi nel suo mondo fatto fatto di allucinazioni post pardo e THE FREDDO (the freddo nei devil???!??!?!). Una volta fatto ritorno da Narnia si ricorda di essere un portiere e nelle ultime tre partite si distingue in positivo (forse gli occhiali era meglio che li tenevi su fin dall’inizio)

Voto 5 – Baron

IMG_5303Luca Lischetti:

inizia il suo Torneo venendo deriso da alcuni compagni a causa di alcuni recenti flirt sessuali che sono risultati indigesti a qualcuno (manco fosse il cazzo me lo dobbiate succhiare voi ) ma il suo carattere mansueto a pacifico alla Hallo Spank gli permettono di giocare senza fastidi ma nonostante ciò si divora un gol già fatto denotando un cinismo degno di un cannibale autistico. Resta per tutto il Torneo uno dei più assetati ma Cadro per lui resta indigesta ed oltre ad essere sterile come le ovaie di Vladimir Luxuria riesce a farsi male da solo a solito ginocchio per poi essere investito da un treno in corsa in mezzo alla pista. Per luo sospetta commozione celebrale con tanto di intervento dei samaritani e sospensione della partita ma poi si é appurato che era semplice meteorismo dovuto ai 15 mini spiedini divorati 20 minuti prima della gara e dopo aver sradicato un abete con Merlo e soci . Chiude in bellezza scatenando una mezza bagarre dopo aver colpito con un pugno un avversario alla nuca resosi colpevole di aver recato disturbo al suo gemello Riassumendo, tutto normale amministrazione e la campagnia in vista di Paradiso e lanciata

Voto ???

apr 08

Pagelle Paradiso 2015

di Lischetti Luca

Important!

Davide Sundermann
Esordisce offrendo un metro di birra ai compagni, lasciando così impietriti tutti i presenti, tanto che gli organizzatori, colti alla sprovvista da un evento di tale portata, hanno interrotto la manifestazione per quasi 15 minuti per permettere a tutti di riprendersi dallo shock. Quando però il Simon Amman dei Devil indossa i pattini, delizia i presenti con giocate sopraffine, interrotte unicamente dalle frequenti indigestioni di palline, forse dovute alla consapevolezza che anche un Mosé Bianchi spiaggiato sulla schiena ha più talento di lui nel recapitare con precisione i passaggi ai compagni. Resta ad ogni modo tecnicamente maestoso ed i punti messi a referto parlano da soli. Peccato che lo Stirlin non sia riuscito a controllare quella sua innata passione per il giardinaggio, che lo ha portato in più di un occasione su Pandora, influenzando pesantemente le sue prestazioni che avrebbero potuto toccare apici a lui ben più congeniali. Nota stonata, si conferma il giocatore più scorretto dei Devil ed il più odiato dell’intera manifestazione.
Voto : 9 – LAMPIONE!

Important!

20150404_205059339_iOSDevincenti Matteo
Nonostante per i primi tre giorni sia stato più noioso e fastidioso di Signorini quando commenta il Grande Fratello, resta un colonna portante di questa fiabesca squadra, dispensando a getto continuo perle di rara ignoranza che solo il figlio del Menish è riuscito a metabolizzare. Insieme al compagno Lischetti Luca inscena le più grottesche macchiette, che ai più hanno fatto tornare alla mente gli anni d’oro di Casa Vianello e dei film cult dei fratelli Vanzina. Quando però si secca la lingua e si riaccende il cervello, diventa indispensabile per la retroguardia dei Devil, senza però mai rinunciare alle sue famose serpentine in avanti che gli hanno permesso ti trovare la rete più bella di tutto il Torneo ! Intavola anche svariate piacevoli e diplomatiche discussioni con gli amici di sempre facenti parte della categoria arbitrale, da lui pubblicamente da sempre apprezzata. Con la sua innata diplomazia è pure riuscito nell’incredibile intento di far arrabbiare Leidi Martino, cosa questa più difficile del trovare una soluzione ai problemi israelo/palestinesi.
Voto : 8 – ORATORE

Important!

Daniele Napolitano
Si conferma il miglior amico dell’oratore Devincenti, con il quale in più di un occasione si è attardato a discutere schemi e strategie future. Il nonno di Heidi sceso dalle montagne è però ancora il rapace dello slot e nonostante gli anni inizino a pesare sulle sue spalle come la spada di damocle, segna tre reti in quattro partite, bottino questo reso ancora più prezioso dalla sua ormai rinomata mobilità che i più attenti possono distinguere in due velocità distinte : lentissimo e svenuto. Come da tradizione, quando la temperatura si è fatta un poco più rigida, ha dovuto piegarsi alle sue ormai stremate giunture e per le finali si è dato alla macchia come solo lui è Totò Rina sanno fare ! Figura chiave del panorama dell’inline hockey del circolo delle case anziani del luganese e non solo ! Figura imprescindibile ed ancora seduttore implacabile (chiedere alla mia morosa per conferma).
Voto : 8.5 – HIGHLANDER

Important!

20150403_121505000_iOSLeidi Martino
Per la sua serenità e tranquillità ricorda un fedele in pellegrinaggio a Fatima e solo un Devincenti in stato di grazia ha potuto spezzare questa immacolata spiritualità . Tornata la calma, si dedica al giardinaggio aggressivo insieme al compagno di merende Sundi e tra una gita su Pandora e l’altra, trascina i compagni in pista con positività ed altruismo, confermando quanto di eccellente già mostrato in quel di Cadro. La media di un punto a partita si commenta da sola !! Ragazzo e giocatore eccezionale !
Voto : 9 – MAHATMA GANDHI

Important!

20150404_171916000_iOSFabri Sundermann
Costantemente preso di mira dai giocatori avversari e dal fratello maggiore, con il quale si intrattiene spesso e volentieri in estenuanti botta e risposta degni delle migliori battaglie rap dei peggiori ghetti di Caracas, fra un insulto e l’altro (che poi la mamma citata di frequente da suo fratello è la stessa), si fa ricordare per l’innata simpatia e la grande sete. Tiene il ritmo dei grandi per due giorni e mezzo, prima di soccombere inesorabilmente e finire il suo Torneo delirando su una panchina, sottratta per l’occasione ad un rinomato barbone di Paradiso centro. Quando non si attarda a dispensare complimenti al tanto stimato Fehr, dimostra di saperci fare ed il pulcino in un attimo, con i pattini ai piedi, si trasforma in leone!
Voto : 8.5 – GIOIELLO!

Important!

Michael Ceresa
Il pacioccone spauracchio delle buvette di tutto l’emisfero sud del Canton Ticino si dimostra all’altezza delle attese, tenendo il ritmo sostenuto dei senatori. Insieme a Galfetti e Lischetti forma in pista un trio delle meraviglie che solo il ricordo di Aldo Giovanni e Giacomo può scalfire. Peccato che i suoi compagni non lo apprezzino a dovere, cercando in tutti i modi di metterlo fuori dai giochi. Devincenti ci prova con una bastonata in testa, che causerà allo sfortunato Micheal una frattura composta della parte destra del cervelletto (dove risiede gran parte dell’ignoranza) mentre Galfetti raggiunge lo scopo, rifilando al compagno una violentissima bastonata sui gemelli di famiglia del malcapitato, mettendo così fine al Torneo e forse anche della vita sentimentale del roccioso ma sfortunato Devil.
Voto 8.0 – PERSEGUITATO

Important!

Philippe Gala
Apprezzato soprattutto perché capace di trascinare la splendida mogliettina a tutti i tornei ai quali lui partecipa, fa la gioia dei presenti, i quali hanno ingannato le lunghe pause fra una partita e l’altra fissando la scollatura vertiginosa della Signora Gala.. GRAZIE DI ESISTERE !! Per quello che concerne il lato sportivo, il suo Torneo di Paradiso verrà ricordato in eterno dato che era dai tempi del Caslano Sassalto che il mansueto Phil non metteva a referto due gol . Dopo il giro offerto del Sundi, è senza dubbio la notizia più sensazionale che mai ci saremmo aspettati di commentare (forse solo il ritrovamento del Santo Graal avrebbe fatto più scalpore). A causa di una botta, il suo torneo giocato termina anzitempo, ma non prima di essere stato umiliato pubblicamente dalla moglie, la quale non ha perdonato al marito di aver abbandonato la squadra solo per una piccola bottarella mentre lei, ai tempi, era stata capace di giocare un set intero di pallavolo con un gomito lussato, una caviglia fratturata, due falangi spezzate, senza una gamba, con una punta di raffreddore e con le sue cose che ormai perduravano da sei settimane.
Voto 9 – SPOSATO

Important!

Manuel Menish
Il suo Torneo esce dall’anonimato solamente il giorno delle Finali, quando per non sfigurare a confronto del compagno Gala, decide di raggiungere anch’esso la pista in compagnia della splendida moglie, facendo la gioia di Wegmüller (il quale, secondo gli addetti ai lavori, ha dovuto ricorrere ad un sarto per ricucire uno strano strappo sul pantalone, apparso improvvisamente all’altezza del linguine). Sfoggiata la bella moglie, si ricorda di essere stato un giocatore di skater e dopo che tutti suoi compagni avevano sbagliato il proprio rigore nella finalina, infila con maestria il suo, regalando così il podio ai Devil ! Va sottolineato che, anch’esso, come molti dei suoi compagni, ha giocato tutto il Torneo afflitto da una strana allergia, che ne rendeva la vista alquanto offuscata ed il contorno delle pupille spaventosamente arrossato. Cogliamo l’occasione per augurare a tutti una celere guarigione.
Voto 8.5 – DECISIVO

Important!

10397116_868369199871879_669649844748154640_oSchumacher Adrian
Nonostante la goffa espressione dipinta sul suo volto posso essere sinonimo di facile conquiste da parte degli avversari, il possente portiere, dopo un inizio a tinte chiaro scure, issa il muro, diventando baluardo davvero difficilmente superabile dalla corta distanza. Discorso ben diverso per quello che concerne i tiri scagliati da lontano, storico tallone d’Achille del nostro estremo difensore. Nei posteggi limitrofi alla pista, abbiamo incontrato un ragazzo che si pavoneggiava di aver segnato a Schumi da Pizzo Calabro ! I veri campioni però, escono alla distanza ed il portierone non è stato da meno, sfoderando una prova maiuscola nella semifinale, macchiata però da un pizzico di lentezza nell’andare a coprire il palo opposto (si mormora che ci abbia impiegato 1 minuto e 13 secondi per spostarsi) che è costato il secondo e decisivo punto dei Genial. Nella finale invece risulta intrattabile, andando poi a toccare livelli vertiginosi nella serie dei rigori, dove nessuno dei nove avversari è stato in grado di sorprenderlo. Amante dei bambini, si è fatto apprezzare per le grandi chiacchierate con la figlia dei coniugi Gala, unica fra i presenti capace di tenere testa alle argomentazione di un Schumi che ormai è stato ribattezzato l’Orso Yoghi di Cagiallo.
Voto : 8.5 – PETER PAN!

Important!

Davide Baroni
Arriva in ritardo solo una mattina e si presenta in orario l’ultimo giorno all’appuntamento con Lischetti e Galfetti e solo questo basterebbe per destare scalpore. Dopo una prima fase giocata sottotono (prima dell’ultima partita le sue statistiche erano inferiori anche a quelle di Lischetti), come Menish si ricorda di essere stato un giocatore di skater e nel momento più difficile della finalina, segna una rete strappa applausi e straccia mutande. Si conferma la spina dorsale della squadra che senza di lui fatica e non poco ad avere un minimo di stabilità fisico e mentale. Questo prima di litigare INSPIEGABILMENTE con Devincenti e solo dopo una lunga estenuante trattativa i Devil hanno potuto tornare a giocare. Scongiurato il pericolo del ritiro della squadra da tutte le competizioni europee e di un eventuale sacrificio umano per sedare la fame di vendetta di un insolitamente instabile Baroni, il buon Roland si è dedicato alla gestione del Gruppo, come solo un padre premuroso può fare.
Voto 8.5 – ASSISTENTE SOCIALE

Important!

20150407_073454000_iOSMeli Raffaele
Viene presentato alla stampa come l’asso nella manica di Roland Baroni e fino a quando il fisico lo sorregge, è una spina nel fianco di tutte le retroguardie, con una visione di gioco ad ampio raggio. Peccato che anche lui soffra della misteriosa allergia che ha colpito gran parte della squadra, portandolo così a commettere una serie drammatica di errori, tanto da portare i presenti a coniare un nuovo aggettivo, espressamente atto a descrivere ogni suo errore: “RAFFATA” e di RAFFATE in quel di Paradiso ne sono state dispensate parecchie. Ad ogni modo la tecnica è tale da permettergli di superare ogni avversità, andando con costanza timbrare il cartellino. La padronanza che ha delle mani è seconda solo a quella di Moana Pozzi e quindi il suo è un torneo da protagonista!
Voto 9 – SPETTACOLARE

Important!

20150406_082320000_iOSRiccardo Galfetti
Assieme al suo gemello delle meraviglie Lischetti inizia col botto il Torneo di Paradiso, fornendo assist ai compagni ed andando più volte vicino a quel gol che ormai manca da troppo tempo. Col passare delle partite è sempre più sicuro e la tranquillità raggiunta grazie ad un massiccio ma oculato consumo alcoolico (a differenza dell’anno scorso dove si era messo a litigare con sé stesso perché si era auto rubato gli occhiali) gli hanno permesso di sfoderare importanti prestazioni. Mostra il meglio durante la finalina quando per ben due volte mette il suo gemello tutto solo al cospetto dell’ingombrante portiere dei Genial che però avrà sempre la meglio sull’abulico Lischetti. Nella finalina, a causa di un accesso di coraggio, prova a sfondare la retroguardia avversaria con uno slap peccato che il risultato sia ben diverso dalle sue aspettative : doppio avvitamento carpiato con triplo axel e lancio del bastone sul Generoso.
Ha pure nelle mani il rigore che potrebbe regalare il terzo posto ai Devil ma da sempre riluttante al detto “sbagliare è umano, perseverare è diabolico”, prova ancora lo slep che però stavolta almeno centra nello stomaco il portiere.
Voto 9.5 – INSISTENTE e PREPOTENTE!

Important!

20150404_171911000_iOSLischetti Luca
Trova la via del gol già durante la prima partita (grazie ad una deviazione sotto porta che ai molti ha ricordato il meno talentuoso McLean), dove insieme al gemello Galfetti trascina la squadra ma sarà solo un fuoco di paglia dato che già l’indomani, a causa di una condizione fisica semplicemente ignobile, è costretto a pagare dazio, compensando con l’ignoranza la mancanza di tecnica, andando così a commettere un brutto fallo che manda su tutte le furie Devincenti il quale con la sua scenata da morosa mestruata, destabilizzerà il già fragile Lischetti per tutto il resto della giornata di sabato, dove il sottoscritto riuscirà nell’ordine : a perdere un guantone, una rotella, la dignità e farsi male andando a spalmarsi tutto da solo contro la balaustra. Non può piovere per sempre e difatti al lunedì il sole torna a risplendere alto nel cielo ed il cianotico numero 55 potrebbe addirittura fregiarsi dell’onore di mandare a casa i super favoriti Genial ma le polveri restano bagnate ed il gol una vera chimera. Per pietà, i compagni gli consegnano le chiavi del paradiso nella finalina, quando è chiamato a tirare il primo rigore della serie davanti al folto pubblico ma l’ego ha la meglio sulla razionalità ed invece di provare un tiro, cerca un’improbabile finta che sul più bello gli riesce male, o forse peggio. Tocca l’apice del Torneo quando insieme al gemello ruba (di nuovo) la maglia del Criba ed inscena la solita sceneggiata (o pagliacciata) durante la premiazione (degne di nota comunque le due pernacchie della pancia del Mosé Bianchi). Incredibile il suo tentativo di elargire favori, ricatti e promesse per elemosinare i voti per farsi nominare uno dei due migliori attaccanti non tesserati..
Voto 8.0 – INGESTIBILE

Important!

Ferrario Mitch
Il Cast Away dei Devil contende lo scettro a Mosé Bianchi ma sul finale è costretto a capitolare ed il premio “in memoria del cugino IT della Famiglia Adams” per il corpo più peloso del centro Europa se lo aggiudica nuovamente il giovane dei Quad. Ripresosi dal terribile sgarbo, mette a segno tre gol (di cui uno in avvitamento carpiato che ha del clamoroso) per poi prendere in mano la sezione pollice verde della squadra. Il suo Torneo si chiude fra dolori lancinanti a causa di una palla in cancrena.
Voto : 9 – SOPRAVVISUTO

Important!

Wegmüller Kevin
Passa il Torneo a pavoneggiarsi ed a mettere in mostra il suo fisico scolpito da tronista, che avrebbe fatto ingolosire anche Lele Mora, cercando con vergognosa insistenza di convincere Menish a portare la moglie a Paradiso. Peccato che lo sciupa femmine (in questo caso in versione sciupa vigneti e basta) , alla vista della bella Aline, abbia perso tutta la sua caratteristica virilità e dai porno raccontati i giorni precedenti, si è passati ad una serie imbarazzante di cambiamenti cromatici (dal rosso Gabibbo al turchese fatina amica di Trilly Campanellino). La scompensazione ormonale lo ha portato a giocare un Torneo ben al di sotto delle sue stratosferiche potenzialità.
Voto 8.5 – INTIMORITO

nov 16

Risultati tornei 2014

Torneo Cardo 2014 – dal 21 al 23 marzo 2014IMG_2896
classificati al 4° posto

Torneo Paradiso 2014 – dal 18 al 21 aprile 2014
classificati al 3° posto

Torneo Old&Star Novaggio 2014 – dal 13 al 14 giugno 2014
classificati al 5° posto

Torneo Amici dello Skater Agno 2014 – dal 12 al 19 luglio 2014
classificati al 4° posto

set 09

DEVILS The movie

grazie a tutti per questi anni fantastici!!!!

ps: chiedo scusa per gli assenti nel filmato, ma non ho le foto di tutti… purtroppo!!

lug 22

Risultati tornei 2013

RISULTATI TORNEI 2013:

- Torneo Amici dello Skater – Agno
DEVIL TEAM 4° posto
DEVIL OTTARE 7° posto

- Torneo Lavizzara – Prato Sornico
DEVIL TEAM 4° posto

- Torneo Old&Star Novaggio
DEVIL TEAM 5° posto

- Torneo Open Paradiso
DEVIL TEAM 2° posto

lug 16

Felpa Devil Team

1009756_470255163063293_2009426719_nFELPA Devil Team

Visto che sono anni che parliamo di fare o delle felpe o delle polo, domenica si è deciso per fare la felpa con cappuccio…
il prezzo per la felpa è di 52,55 ma se non è un problema ho pensato di fare 55.–/60.– Fr. a maglia.
Così da cominciare ad avere un “fondo” sul conto dei Devils per fare in futuro altri gadget, senza sempre dover chiedere anticipi!
Per il pagamento verrà inviata una cedola di pagamento (scarica cedola). Chi dovesse essere interessato è pregato di comunicarmelo, e di provvedere al pagamento al più presto.

 

devilteam_felpeFelpa
modello classico con cappuccio
(senza cerniera)
- colore felpa a scelta
- ricamo

Totale felpe:
pz. 30 -> 52.55 -> 1’576.50
Pagamento: alla consegna in contanti

Prezzo valido per le quantità indicate

 

 

 

Colori, scritte e loghi

Si accettano consigli sui colori della maglia, sul posizionamento dei loghi, dei nomi o numeri dei giocatori e se fare la scritta DEVILS al centro della maglia o se fare solo il logo sul lato cuore, o altro…..

Fatemi sapere… o altrimenti sceglierò io!

mag 02

Tornei giugno 2013

Torneo Old&Star Novaggio
dal 14 al 15 giugno 2013

Torneo Vallemaggese (Prato/Sornico)
dal 28 al 29 giugno 2013

Post precedenti «